domenica 13 febbraio 2011

Il matrimonio "biologico"

Era nato in maniera spontanea, come matrimonio economico, all’insegna del consumo responsabile e della responsabilità ambientale: il matrimonio “bio”, sta invece diventando una moda un pò snob, di quelli che si spacciano per veri ecologisti mentre nella vita di tutti i giorni non lo sono affatto.

Stiamo parlando di un fenomeno talmente di tendenza che addirittura ha fatto nascere nuove figure professionali al servizio degli sposi: gli “eco wedding designer” (ma non doveva essere un matrimonio economico?).

Il matrimonio ecosostenibile prevede che tutto sia pensato in maniera “verde”:

-          la bomboniera “bio” più gettonata? Il vasetto di miele di produzione locale, accanto a piantine, semi in bustina con le istruzioni per piantarli, boccettine di olio dal frantoio vicino,ecc.
-          le partecipazioni? In carta riciclata…e naturalmente scritte a mano (e meglio se con il vostro sangue…è più naturale dell’inchiostro!)…e consegnate a mano…
-          l’abito da sposa vintage, e fin qui va bene, ma addirittura biodegradabile in plastica riclicata o in fibra di banano o di soia, o di riso!
-          il bouquet fatto di fiori di carta o di stoffa…e credo sia più ecologico raccogliere margheritine e violette nell’aiuola sotto casa!
-          fedi riciclate (dei defunti di casa vostra…nun se po’ sentì…) o ricavate dalla fusione di catenine e braccialetti;
-          bandito il lancio del riso (meglio il grano, con sotto la zolla di terra però, così poi lo ripiantate);
-          tragitto a piedi dalla chiesa alla location per il ricevimento; ma, mi raccomando, camminate lentamente! Infatti l’iperventilazione da sforzo vi fa produrre più CO2!
-          pranzo in agriturismo (soprattutto se decorato con spighe di grano ed erbe aromatiche…fa subito “ambiente”);
-          tovagliato in lino (ma, mi raccomando, solo se avete constatato di persona che è stato coltivato senza l’uso di pesticidi!);
-          piatti in terracotta e posate di legno (ma per fare le posate di legno non si “ammazzano” gli alberi?);
-          pranzo preparato con prodotti “a km zero” ed ovviamente biologici!
-          illuminazione di sole candele.

Scherzi a parte!
Beninteso che ben venga qualsiasi forma di rispetto per ciò che ci circonda e soprattutto, di questi tempi, per i nostri soldi, scegliete il matrimonio “eco friendly”solo se siete “veramente bio”.

Se questo è il vostro stile di vita, se mangiate biologico tutti i giorni, usate le lampadine a basso consumo e chiudete sempre le luci quando uscita da una stanza, se non lasciate gli elettrodomestici in stand-by, se usate l’acqua di scolatura della pasta per innaffiare le piante, e così via, glia mici e parenti che interverranno alle vostre nozze non si aspettano da voi nient’altro che questo:
un matrimonio a basso impatto ambientale,  in assoluta linea con quello che voi siete, un’organizzazione “sentita”, calorosa e coinvolgente!

Se invece lo fate solo per moda, le vostre scelte ecologiche avranno lo stesso valore di una qualsiasi altra scelta “di tendenza”ed il tema risulterà distante dalle vostre personalità, e perciò freddo.

Ricordate sempre che il vostro matrimonio deve parlare di voi.

6 commenti:

Alice ha detto...

ahahahha, scherzi a parte (le fedi dei defunti mi è piaciuta!) eco-friendly dovrebbe essere una filosofia di tutti i giorni. Purtroppo non per tutti è possibile metterla in atto pienamente. Comunque è molto bello pensare ad un matrimonio con questa filosofia.
Strabaciotti

@sposa ha detto...

Alice, purtroppo l'idea delle "fedi dei cari morti" è veramente suggerita in vari articoli sull'argomento!
Penso che tutti abbiamo imparato i piccoli accorgimenti quotidiani salva-ambiente ed io conosco persone che ne hanno fatto davvero uno stile di vita: da loro mi aspetto un bellissimo matrimonio "bio" e sarò lieta di condividerlo, ma agli sposi che scelgono solo la moda "nozze eco-chic" dico...meglio di no!

Alice ha detto...

Hai perfettamente ragione.
Strabaciotti

Gianna ha detto...

Ragione sacrosanta!!!!
Ormai tutto fa tendenza. Volevo anche io fare un matrimonio Bio ma i costi erano troppo alti per le mie tasche e l'idea di riciclare fedi di defunti mi toglieva l'originalità del matrimonio.

Risultato??
Buffet di Dolci ordinati da MR.Corleone
e Menù del Ristorante del luogo.

@sposa ha detto...

Sarà sato tutto ottimo e bellissimo! sarò anche controtendenza...ma a me le forzature dettate dalla moda non piacciono...io odio l'imitazione!
simona

francesca Valencia ha detto...

Ehehehee, se mai Raul volesse sposarmi ti chiamo!